Piccoli consigli pratici dagli impiegati ai loro capi

Un
utilissimo vademecum da stampare o inviare via mail al vostro capo, per
ottimizzare il vostro ed il loro lavoro!

  • Mai darmi lavoro di mattino: sempre aspettare fino alle 16,30 e allora portarmelo; la sfida di una scadenza è rinfrescante.
  • Se è un lavoro urgente, corri e interrompimi ogni 10 minuti per chiedermi come lo sto facendo: questo aiuta; o anche meglio, sbuffa dietro di me, avvertendomi ad ogni errore.
  • Vai pure via sempre senza lasciar detto a nessuno dove stai andando: questo mi dà la possibilità d’essere creativo quando qualcuno mi chiede dove sei.
  • Se le mie braccia sono cariche di fogli, scatole, libri o materiali, non aprirmi la porta: devo imparare a muovermi come un paraplegico, e aprire le porte senza usare le braccia è un ottimo allenamento.
  • Se mi dai più di un lavoro da fare, non mi dire qual è la priorità : sono un sensitivo.
  • Fa’ del tuo meglio per trattenermi fino a tardi: adoro quest’ufficio e non ho davvero altro posto dove andare o altro da fare; non ho altra vita oltre l’ufficio.
  • Se un lavoro che faccio davvero ti ha soddisfatto, tienilo segreto: se lo esterni, potrebbe significare una promozione.
  • Se un mio lavoro proprio non ti piace, dillo a tutti: mi piace che il mio nome sia molto pronunciato nelle conversazioni.
  • Sono nato per essere frustrato.
  • Se hai istruzioni speciali per un lavoro, non me le annotare per iscritto: conservale finché il lavoro non è pressoché concluso; non è utile confondermi con informazioni utili.
  • Non mi presentare mai alle persone con cui sei: non ho diritto di sapere nulla; quando ti riferisci a loro in seguito, le mie intuizioni geniali li identificheranno.
  • Nella catena alimentare collettiva, sono un plancton.
  • Sii gentile con me solo quando il lavoro che sto facendo per te può davvero cambiare la tua vita e mandarti direttamente all’inferno dei manager.
  • Dimmi tutti i tuoi più piccoli problemi: nessun altro ne ha ed è carino sapere che c’è qualcuno meno fortunato; a me piace particolarmente la storia a proposito del fatto che hai da pagare un sacco di tasse sul premio che hai ricevuto per essere un manager così bravo.
  • Aspetta fino alla mia revisione annuale e ALLORA dimmi quale SAREBBE DOVUTO ESSERE l’obiettivo finale.
  • Dammi un aumento mediocre nonostante l’aumento del costo della vita.
  • TANTO NON SONO QUI PER I SOLDI.