Karaoke esistenziale: I Just Don’t Think I’ll Ever Get Over You – Colin Hay

Per la serie divertiamoci a tradurre l’intraducibile, ecco un’altra canzone tratta dalla colonna sonora di Scrubs, I Just Don’t Think I’ll Ever Get Over You.
“Get over with” è una di quelle combinazioni di parole che in italiano si rendono con un intero paragrafo, e fra l’altro cambia significato a seconda della persona a cui si riferisce. “Get over with you/it” significa “farsi passare”, “superare”, “andare oltre”. Lasciarsi alle spalle una persona, o un’esperienza, e ripartire. Tradotto così nel testo della canzone sarebbe stato lungo o inappropriato, così ho scelto “dimenticarti”, anche se il significato non è esatto, rende l’idea.
Voi in che modo l’avreste reso in una o due parole? Continue reading

Karaoke esistenziale: En el muelle de San Blas, ManÃ

[Laraluna scrive:] Visti i tuoi tanti karaoke esistenziali, mi permetto di inserirne uno anche io, si tratta di una canzone che amo anche se parecchio triste. Il gruppo che la canta si chiama Manà , per capirci, sono gli stessi che hanno cantato con Santana “Corazòn Espinado”… Continue reading

How to Save a Life

The Fray - How to Save a Life La puntata di questa settimana della sesta serie di Scrubs è composta da spezzoni di diversi episodi, e durante uno degli “intermezzi” JD nota che tutti i suoi “ricordi” sono acompagnati da canzoni de i “The Fray“. Dopo un po’ di indagini in rete mi sono accorto che in realtà il loro disco più famoso, “How To Save a Life”, è del 2005 e si è aggiudicato vari premi, ma qui in Italia i più lo hanno conosciuto appunto per le sue citazioni in “Scrubs” e “Gray’s Anatomy”.
Chi apprezza lo stile “chitarra e pianoforte” dei Coldplay sicuramente gradirà anche i Fray. L’album non è troppo vario, e mantiene grossomodo lo stesso ritmo per tutte le canzoni, ma è piacevole da ascoltare.
Vi propongo la traduzione del loro secondo singolo, “How To Save a Life”, che da il nome all’album.
Continue reading

Dimostrazioni spicciole

Don AlbertMassimo Morelli segnala sul suo blog la dimostrazione che tutti i triangoli sono equilateri. Per fortuna, pubblica anche il link che svela la soluzione.
Su questa scia vi segnalo un video di Don Albert, definito “un genio”, che dimostra come espressioni del tipo 1+1+1 possano avere risultati non troppo classici, a seconda della forma (e delle dimensioni) in cui si scrive la formula. Se qualcuno me la chiede, posso anche trascrivere la traduzione (il video è in inglese, ma si capisce abbastanza bene), ma mi sa che ci vorrà un po.
La storia stessa di Don Albert è curiosa, detto “Homeless Genius“, è un senzatetto per scelta che a quanto pare ha da dire la sua su matematica, fisica, filosofia e teologia. Qualcuno pensa bene di filmarlo, e di aggiornare il suo sito. Se siete in vena, per una dozzina di dollari potete avere il suo DVD, contenente, oltre a digressioni sulla figura di A.Einstein, anche un’esclusiva ricetta della Bud’s Buffalo Cream.

Colin Hay: Overkill

Daytona Red WingsDopo Good Life, ecco un’altra traduzione di una canzone dalla colonna
sonora di “Scrubs”. E’ “Overkill”, di Colin Hay, il cantante dei “Men at Work” (chi sono? Impossibile che non ricordiate “Who can it be now?“). Visto che ci sto
prendendo gusto con i link di YouTube, vi propondo due video: quello della
canzone originale, e uno spezzone dell’episodio in cui si vede Colin Hay in
persona che suona una versione acustica seguendo JD per i corridoi dell’ospedale. Consiglio di far andare
questo video mentre leggete il testo della canzone.
Una particolarità di questo testo è l’utilizzo della parola “overkill”.
Letteralmente, significa “annientare”, o “distruggere un bersaglio
attraverso l’utilizzo di una forza (nucleare) molto superiore del
necessario” (sintetici, questi anglofoni!). In senso figurato, to
overkill
significa reagire in maniera spropositata, o prendere una
cosa troppo seriamente, o preoccuparsi troppo. Come capita sempre più
spesso, non riesco a rendere questo significato utilizzano una sola parola
in italiano (si accettano suggerimenti), per cui spero comprenderete
questa accezione particolare di “esagerare”. Come sempre, cercherò di
rendere più il significato che la traduzione letterale. Continue reading