Auguri!

Diciamo la verita’, questa storia del copyright ha veramente rotto. Un conto e’ riconoscere il frutto del lavoro di un artista, un altro e’ farsi compatire.
Ricordate il post di qualche tempo fa sui Baetallica? Si tratta di un gruppo amatoriale che, per scherzo, canta le canzoni dei Beatles con i ritmi, o testi e il canto modificati per farlo assomigliare a un’interpretazione dei Metallica. E sono anche bravi!
I loro brani sono (erano) liberamente scaricabili da internet, e la band non aveva guadagnato un soldo dall’operazione, se non un pizzico di notorieta’ (non sicuramente abbastanza da farli entrare nel jet-set.
Ebbene, la Sony Music ha pensato bene di citarli per gravi danni alla loro azienda, e di costringerli a chiudere il sito.
Che schifo.
Credete sia un po esagerato? State attenti, perche’ anche “Happy Birthday to you” e’ sotto copyright, per cui non stupitevi se durante il prossimo compleanno verranno le squadre della Time Warner a confiscarvi torta e candeline….

thanks to [MomoBlog]

Cosa richiede un editore?

Secondo quanto sperimentato in questi anni di attività nel mondo giornalistico e editoriale, il processo di pubblicazione di un testo in lingua straniera passa attraverso una lunga serie di interventi e competenze linguistiche. In questo breve articolo, cercherò di descriverne i punti fondamentali, giustificandone il valore e l’efficacia.

Inizialmente, è richiesto di leggere il testo in modo superficiale, conoscere ed approfondire la figura dell’autore, capirne lo spirito e gli orientamenti.
Continue reading