E finalmente arriva primavera

Non avevo previsto che, essendomi trasferito, avrei dovuto imparare di nuovo i corsi e i ricorsi del tempo, un diverso rintocco dei mesi e delle stagioni.

Così anche quest’anno sono tornati i segni della primavera, o meglio dell’imminente estate. Mi sto riferendo ai fiori di ciliegio a Kungsträdgården (e al sempre troppo tenue profumo di fiori nell’aria) e anche al kosläpp, ovvero la “liberazione” delle mucche dalla lunga permanenza invernale nella stalla, notizia questa che si guadagna due pagine piene del sonnacchioso giornale di Vallentuna, inclusa la prima pagina. Dato che le parole rimangono grossomodo le stesse, lascio spazio a qualche immagine qui sotto. Confrontandola con le foto dell’anno scorso, un inverno più lungo e freddo del solito sta lasciando spazio a una bella primavera calda e soleggiata, con giornali che avvisano dell’imminente ondata torrida, si parla persino di punte di 30°. Ma stasera, passeggiando in un parco di Stumpan, ho visto in una zona d’ombra un bel mucchio di neve che opponeva strenua resistenza all’estate! Le giornate intanto si allungano a dismisura, con un bel tramonto ancora ben visibile alle 21:30…

Estate

Quassù hanno un concetto delle stagioni diverso dal nostro.
Si può celebrare ufficialmente l’ingresso in primavera quando, per una settimana consecutiva, la media di temperatura è sopra lo zero (sic).
Parimenti, estate è quando la temperatura va oltre i 25º.
Il giornale Dagens Nyheter oggi riporta il fatto che agli stoccolmesi quest’anno sia andata decisamente male: i giorni di estate sono infatti stati sei, in contrasto con i 28 del 2011. E a questo punto della stagione direi che si possano abbandonare le speranze di infilarne un settimo …