I “gracidii” di Berlusconi fanno tremare l’Italia

In svedese la parola “groda” significa “gracidare”, riferito al verso dei rospi. Per estensione, qualcuno “gracida” quando dice qualcosa che non dovrebbe essere detto. Sul giornale Aftonbladet di oggi ´comparso un articolo che riporta una dichiarazione del signor B a proposito dei 28000 sfollati dell’Abruzzo: “penso che gli sfollati dovrebbero considerare la loro situazione come <<un fine settimana in campeggio>>”.
Secondo voi un povero cristo cosa dovrebbe rispondere ai colleghi che lo interrogano increduli?
La cosa strana é che non ho trovato nessun riferimento sui giornali nostrani. La dichiarazione é andata in onda in un’intervista sull’emittente tedesca N-TV (http://www.n-tv.de/1133800.html).

IPSE DIXIT

“Quando in una democrazia la maggioranza approfitta dei propri numeri per
calpestare la minoranza, si è dinanzi a un classico esempio di
dispotismo. La maggioranza potrebbe approvare una legge con cui si
dispone che le tasse vengano pagate solo dalla minoranza. Questo è
all’apparenza democratico, mentre la sostanza è dispotica. Sono certo
che il capo dello Stato non potrà mettere la sua firma su una legge che
sostanzia quello che si chiama nei testi di politica il dispotismo, la
tirannia della maggioranza, che si ha quando la maggioranza, anziché,
come si deve fare in un sistema democratico-liberale, tutelare i diritti
della minoranza, li calpesta e fa con i propri numeri una legge che
avvantaggia se stessa e svantaggia l’opposizione”

(Silvio Berlusconi, Ansa, 14 settembre 2000)

Cose da matti (2)

Continuo a segnalare i testi dei giornali e a lasciare a ciascuno le suo considerazioni.
Qualunque siano, non perdetevi l’editoriale de Il Giornale di oggi che trovate anche sul sito di Leonardo, a proposito della dichiarazione di Berlusconi sui bei tempi in cui si veniva mandati in vacanza come pascià al confino.


Sto valutando di andare a fare opposizione a Fidel castro, magari gli scrocco qualche anno di confino su una spiaggia di Cuba…