E’ stato un attimo

E' stato un attimoSandrone Dazieri, 2006, Ed.Mondadori, 311pag, 15,50€
Un libro acquistato al buio, su suggerimento di un post di Massimo Morelli, al quale peraltro non è possibile aggiungere niente di nuovo, per cui mi scuso del post-fotocopia.
Racconta la storia di Santo Trafficante, uno spacciatore della Milano dei primi anni ’90, che si risveglia in smocking in uno dei bagni della Scala, senza ricordarsi nulla degli ultimi 14 anni, e si ritrova direttore creativo di un’azienda pubblicitaria.
Durante il suo tentativo di capire cosa gli è successo, oltre a notare quanto Milano e la società siano cambiate (e quanto non lo siano), ha modo di osservare la società dai suoi due estremi.
Scitto bene e divertente, concordo con Massimo sul finale, che precipita nelle ultime pagine e non è… “leale”,a mio avviso. Anche se no, non si è immaginato tutto.

Think Geek

localhost dolce localhost


There is no place like home è la celebre frase che Dorothy Gale, sdraiata sul suo letto di casa, continua a ripetere dopo aver lasciato la magica terra di Oz, dall’altra parte dell’arcobaleno 

E’ difficile spiegare cos’è un Geek (Wikipedia fa un tentativo, riuscito sono in parte), ma potete farvene un’idea dando un’occhiata ai prodotti in vendita su ThinkGeek. Se siete presi dall’irrefrenabile desiderio di farmi un regalo, ecco a destra la mia “lista dei desideri”, ovvero oggetti che non avrei mai l’indecenza di comperare, ma che il mio animo tecnologico desidera ardentemente 🙂

Una questione di etichetta

etichette
Forse avrete notato quell’ingombrante “nuvola” che è apparsa all’inizio della pagina: si tratta di una nuova funzionalità del sito, sviluppata nel fine settimana, e si chiama “Tag Cloud”.
I “Tag” sono etichette associate ad ogni articolo, e sono visibili nelle righe di riepilogo dove sono riportate anche la data, il numero di commenti, ed altre informazioni. Secondo quanto previsto dallo stile “Web 2.0“, i Tags sono un modo molto più semplice, veloce e flessibile di classificare i contenuti.
Con il metodo “tradizionale” un articolo poteva essere assegnato a una delle categorie previste (musica, film, ricette…). Questa classificazione è ancora in funzione, attraverso la barra viola e l’icona in alto a destra in ogni articolo, ma non è molto pratica. Può capitare infatti che un articolo si riferisca contemporaneamente a più categorie, oppure a un concetto per il quale la categoria non esiste.
I tags invece possono essere più di uno, e ne possono essere inseriti di nuovi.
Dopo un po si viene a creare una Folksonomia, ovvero una “mappa” degli argomenti trattati.
Ma come fare a cercare gli articoli in mezzo a tutto il guazzabuglio di parole? Continue reading